Bonifiche Amianto

Servizi di Riqualificazione e Ripristino Ambientale

Amianto Gruppo Porcarelli

L’amianto è un materiale naturale e fibroso, costituito da fibre minerali naturali appartenenti ai silicati e alle serie mineralogiche del serpentino e degli anfiboli. I primi impieghi dell’amianto risalgono al XVIII secolo e, nel tempo, viene adoperato in diversi ambiti che variano dall’industria cartaria, all’industria chimica, passando a quella dei trasporti fino all’industria cosmetica.

Con la Legge n. 257 del 12 marzo 1992, l’Italia ha messo al bando l’amianto, data la natura estremamente pericolosa del materiale e, solo due anni dopo, nel 1994, il Ministro della Sanità ha emanato le “Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto” con il D.M. 06.09.1994.

L’amianto, in matrice compatta o friabile, è oggetto di interventi di bonifica mediante rimozione, incapsulamento o confinamento.  

COME INTERVIENE IL GRUPPO PORCARELLI PER LA GESTIONE DELL’AMIANTO

Per valutare l’intervento più idoneo da eseguire in presenza di amianto, viene effettuata una prima ispezione visiva del manufatto, della sua collocazione e dello stato di conservazione del materiale, in questo modo è possibile identificare anche i potenziali fattori di rischio che coinvolgono sia l’ambiente circostante che le persone esposte ad un eventuale rischio di inalare fibre asbestiformi.

Ci occupiamo della rimozione di:

  • Lastre e pannelli di copertura;
  • Tamponature perimetrali;
  • Cassoni, vasi d’espansione e serbatoi idrici;
  • Canne fumarie, colonne di esalazione e di aerazione, sfiatatoi e terminali;
  • Tubazioni, colonne di scarico e discendenti.

Grazie al nostro team di collaboratori ed esperti, curando l’iter burocratico e la corrispondenza con l’Organismo di Vigilanza territorialmente competente, eseguiamo interventi di bonifica amianto, su strutture pubbliche e private.

COSA FARE IN CASO DI SOSPETTA PRESENZA DI AMIANTO?

È opportuno innanzitutto pianificare un programma di ispezione della struttura coinvolta e successivamente procedere al campionamento dei materiali. Per fare questa operazione bisogna rivolgersi a imprese abilitate iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali nella categoria 10a per i MCA compatti, come la nostra Logistica Ambientale.

Il personale delle imprese adibite a tali interventi, deve essere abilitato ai sensi dell’articolo 10 della Legge n. 257/92 e dell’articolo 10 del D.P.R. 8/08/1994, ovvero essere in possesso dei titoli di abilitazione rilasciati da parte delle Regioni o Province autonome attestanti la partecipazione a corsi specifici e il superamento della verifica finale. Tali corsi sono a livello:

  1. a) operativo, rivolto ai lavoratori addetti alle attività di rimozione, smaltimento e bonifica;
  2. b) gestionale, rivolto a chi dirige sul posto le attività di rimozione, smaltimento e bonifica.

Logistica Ambientale effettua la rimozione dell’amianto tramite:

  • Valutazione degli ambienti e dello stato di conservazione dei materiali in amianto oggetto di bonifica;
  • Valutazione aria-ambiente dell’eventuale presenza di fibre asbestiformi nei luoghi di bonifica;
  • Rilievi fotografici delle strutture da bonificare;
  • Campionamento ed analisi dei manufatti presso laboratori accreditati;
  • Compilazione scheda di valutazione riepilogativa;
  • Presentazione del Piano di Lavoro all’Organismo di Vigilanza territorialmente competente;
  • Corrispondenza con l’Organismo di Vigilanza per eventuali integrazioni o chiarimenti;
  • Predisposizione area di cantiere;
  • Incapsulamento, rimozione e stoccaggio temporaneo dell’amianto bonificato;
  • Trasporto e conferimento presso impianti autorizzati;
  • Trasmissione documentazione attestante l’avvenuta bonifica.

Contattaci!